Articles

Gli scienziati avvertono wireless, dispositivi Bluetooth possono portare rischio di cancro

Posted by admin
Marzo 13, 2019
3 min leggere

Salva

aggiungi per AGGIUNGERE un ARGOMENTO DI AVVISI e-MAIL
Ricezione di una e-mail quando nuovi articoli vengono pubblicati su
si Prega di fornire il vostro indirizzo e-mail per ricevere una e-mail quando nuovi articoli vengono pubblicati su .,

Iscriviti

AGGIUNTO AGLI AVVISI VIA EMAIL
Hai aggiunto con successo ai tuoi avvisi. Riceverai un’e-mail quando viene pubblicato un nuovo contenuto.
Clicca qui per gestire gli avvisi e-mail

Hai aggiunto con successo ai tuoi avvisi. Riceverai un’e-mail quando viene pubblicato un nuovo contenuto.
Clicca qui per gestire gli avvisi e-mail
Torna a Healio
Non siamo stati in grado di elaborare la tua richiesta. Riprova più tardi. Se si continua ad avere questo problema si prega di contattare customerservice @ slackinc.,com.
Torna a Healio

Un gruppo di 250 scienziati ha firmato una petizione alle Nazioni Unite e all’OMS che esprime “seria preoccupazione” per i rischi per la salute associati ai campi elettromagnetici emessi dai dispositivi wireless.

I dati mostrano che i campi elettromagnetici-generati da dispositivi wireless ed elettronici come cellulari, torri cellulari, Wi-Fi, baby monitor e cuffie Bluetooth — possono influenzare gli esseri umani e la vita vegetale e animale anche a livelli accettati dalle linee guida internazionali e nazionali., I bambini, in particolare, possono essere più suscettibili agli effetti negativi dei campi elettromagnetici.

Secondo l’appello degli scienziati, i rischi associati ai campi elettromagnetici includono un aumento del rischio di cancro, stress cellulare, danni genetici, cambiamenti strutturali e funzionali del sistema riproduttivo, deficit di apprendimento e memoria, disturbi neurologici e impatti negativi sul benessere.,

L’OMS ha invitato le nazioni ad adottare linee guida sui livelli di esposizione ai campi elettromagnetici dalla Commissione internazionale per la protezione dalle radiazioni non ionizzanti; tuttavia, poiché queste linee guida “non coprono l’esposizione a lungo termine e gli effetti a bassa intensità, sono insufficienti per proteggere la salute pubblica”, secondo l’appello.

Un gruppo di 250 scienziati ha firmato una petizione alle Nazioni Unite e all’OMS che esprime “seria preoccupazione” per i rischi per la salute associati ai campi elettromagnetici emessi dai dispositivi wireless.,

Fonte:

“Parte del problema è che il governo non vuole davvero regolamentare questo settore”, Joel M. Moskowitz, PhD, direttore del center for family and community health presso l’Università della California, Berkeley, e uno degli scienziati che hanno firmato la petizione, ha detto oggi a HemOnc. “Le aziende tecnologiche hanno fondamentalmente ricevuto carta bianca per fare ciò che vogliono, e i limiti di esposizione sono troppo alti. L’industria è in completa negazione e si nasconde dietro le agenzie sanitarie governative che sono accecate o completamente ignoranti sui rischi per la salute.,”

L’Agenzia internazionale per la ricerca sulla classificazione del cancro dei campi magnetici a frequenza estremamente bassa e delle radiazioni a radiofrequenza afferma che i campi elettromagnetici sono un possibile cancerogeno per l’uomo. Anche se l’OMS ha adottato questa classificazione, l’organizzazione ha sostenuto che c’è una mancanza di dati per supportare l’abbassamento dei limiti di esposizione.

L’appello chiede che il Programma ambientale delle Nazioni Unite organizzi un comitato multidisciplinare indipendente per valutare alternative alle pratiche attuali che potrebbero ridurre l’esposizione ai campi elettromagnetici.,

Nel loro appello, i ricercatori hanno chiesto che i bambini e le donne incinte essere protetti; le linee guida e gli standard normativi essere rafforzata; produttori di essere incoraggiati a sviluppare più sicuri della tecnologia; il pubblico di essere pienamente informati circa i rischi potenziali per la salute e istruiti sulla riduzione del danno strategie; professionisti del settore medico essere istruiti circa gli effetti biologici di energia elettromagnetica; i governi finanziano la formazione e la ricerca sui campi elettromagnetici; e che, priva di radiazioni aree di stabilire, tra le altre richieste.,

“La cosa più difficile da modificare sarà la nostra dipendenza da questa tecnologia, ma penso che sia fattibile”, ha detto Moskowitz. “Penso che l’industria presenterà tecnologie più sicure se il governo lo richiede, ma la parte fondamentale qui renderà le persone meno dipendenti dalla tecnologia wireless. Perché non fare i telefoni cellulari solo fare quello che dovrebbero fare, che è effettuare chiamate e inviare messaggi di testo?”

Tuttavia, non tutti gli scienziati sono d’accordo con questa valutazione.,

” I possibili collegamenti tra l’esposizione a radiofrequenza e il cancro sono stati a lungo controversi, ma secondo le agenzie sanitarie finora non dimostrate”, Kenneth Foster, PhD, BS, professore di bioingegneria all’Università della Pennsylvania, ha detto oggi a HemOnc. “La maggior parte di questa controversia si accende esposizioni a radiofrequenza da telefoni cellulari, non l’esposizione a radiofrequenza molto più bassa da dispositivi Bluetooth.,”

L’appello degli scienziati ha generato preoccupazione per le cuffie wireless di Apple, AirPods — che emettono campi elettromagnetici entro i livelli accettati — anche se non erano un dispositivo specificamente menzionato nell’appello.

Jerry Phillips, PhD, professore di biochimica presso l’Università del Colorado e uno degli scienziati che hanno firmato la petizione, ha detto che il posizionamento di AirPods nel condotto uditivo può esporre i tessuti nella testa ad alti livelli di radiazioni a radiofrequenza, secondo un post su Medium.

Tuttavia, gli AirPod utilizzano Bluetooth standard da 0,01 watt e un telefono cellulare trasmette 0.,1 a 1 watt, Foster ha detto.

“I record FCC indicano che l’esposizione a radiofrequenza da AirPods è molto al di sotto dei loro limiti per i telefoni cellulari e tali misurazioni sono state effettuate in condizioni” peggiori “che sovrastimano di gran lunga l’esposizione effettiva in circostanze reali”, ha affermato. “Poiché l’antenna sporge dall’orecchio e si trova un mezzo pollice o giù di lì sopra la testa, l’esposizione a radiofrequenza è minima, ed è alla zona guancia sopra la mascella. Il dispositivo non irradia energia nell’orecchio.,”- da Alexandra Todak e John DeRosier

Per ulteriori informazioni:

Kenneth Foster, PhD, BS, può essere raggiunto a [email protected]

Joel M. Moskowitz, PhD, può essere raggiunto a [email protected]

Foster KR e Formatrice JE. Radiat Res. 2015;doi:10.1667/RR14282.1.

Appello internazionale: gli scienziati chiedono protezione dall’esposizione al campo elettromagnetico non ionizzante. Disponibile presso: www.emfscientist.org/index.php/emf-scientist-appeal. Accesso il 13 marzo 2019.

Informazioni: Moskowitz non riporta informazioni finanziarie rilevanti., Foster consulta per un governo gamma e clienti del settore, ma non riporta informazioni finanziarie rilevanti relative alla sicurezza Bluetooth. HemOnc Oggi non ha potuto confermare le pertinenti informazioni finanziarie di Phillips al momento della segnalazione.

per saperne di più su:

aggiungi per AGGIUNGERE un ARGOMENTO DI AVVISI e-MAIL
Ricezione di una e-mail quando nuovi articoli vengono pubblicati su
si Prega di fornire il vostro indirizzo e-mail per ricevere una e-mail quando nuovi articoli vengono pubblicati su .,

Iscriviti

AGGIUNTO AGLI AVVISI VIA EMAIL
Hai aggiunto con successo ai tuoi avvisi. Riceverai un’e-mail quando viene pubblicato un nuovo contenuto.
Clicca qui per gestire gli avvisi e-mail

Hai aggiunto con successo ai tuoi avvisi. Riceverai un’e-mail quando viene pubblicato un nuovo contenuto.
Clicca qui per gestire gli avvisi e-mail
Torna a Healio
Non siamo stati in grado di elaborare la tua richiesta. Riprova più tardi. Se si continua ad avere questo problema si prega di contattare customerservice @ slackinc.,com.
Torna a Healio

Leave A Comment